Il Palazzo Vecchio di Firenze

Forum Dedicato alla Repubblica Fiorentina dei Regni Rinascimentali.
 
IndiceIndice  PortalePortale  CalendarioCalendario  FAQFAQ  CercaCerca  RegistratiRegistrati  Accedi  

Condividere | 
 

 Trattato d'intesa e di amicizia tra la Repubblica di Firenze e la Repubblica di Genova

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
baggy206

avatar

Numero di messaggi : 445
Residenza in RR : Pisa
Data d'iscrizione : 20.10.08

MessaggioTitolo: Trattato d'intesa e di amicizia tra la Repubblica di Firenze e la Repubblica di Genova   05.12.08 1:05

Citazione :
TRATTATO D'INTESA E DI AMICIZIA TRA LA REPUBBLICA DI FIRENZE E LA REPUBBLICA DI GENOVA

Il presente trattato stabilito sotto l'egidia di Lordtew, Signore di Firenze e Margab, Doge di Genova, sarà la prova dell'amicizia tra le due Repubbliche


ACCORDO MILITARE

Articolo 1

Con questo trattato, le Repubbliche di Genova e Firenze si promettono una pace duratura. Conti, Duchi, eredi, successori e vassali, s’offrono reciprocamente una pace e un'amicizia sincera e duratura e faranno tutto per far sì che le parti firmatarie si assicurino che questa amicizia sia mantenuta e che nessun atto offensivo, diretto o indiretto con il gioco delle alleanze, da un lato come dall'altro, sia commesso in qualche occasione o per qualche ragione.


Articolo 2

Le due Repubbliche s’impegnano a non intraprendere l'una contro l'altra alcuna azione militare. Quindi i duchi e i conti con i lori rispettivi consiglieri s'impegnano a non far entrare le loro armate sul territorio dell'altro, previa autorizzazione, qualunque sia l'obiettivo del movimento.

Articolo 3

Le due parti non sarrano ritenute come responsabili di potenziali atti commessi da armate non legittime venute dall'una o l'altra Repubblica. In questo caso, uniranno le loro forze per combattere i traditori.

Articolo 4

Le due Repubbliche, con i loro rispettivi consiglieri e cittadini s'impegnano a non fare, nè sostenere nè incorraggiare disordini sul territorio della controparte con qualunque mezzo (sommosse etc.).

Articolo 5

Scambi di soldati o materiale militare possono essere previsti tra le due Repubbliche con l'obiettivo di migliorare l'addestramento delle rispettive armate.


ACCORDO DIPLOMATICO

Articolo 1

Le parti firmatarie s’impegnano a una cooperazione dei lori servizi giudiziari e polizieschi e potenzialemente dei lori servizi di informazioni. Questo si traduce con la messa in comune delle informazione sui criminali, organizzazioni criminali o minacce di disordine che potrebbero avvenire nell'una o l'altra parte firmataria.


Articolo 2

Le due Repubbliche s’impegnano ad estradare o a perseguire i criminali che hanno comesso reati sull'uno o l'altro dei territori interessati, previa domanda dell'una o l'altra parte, tramite il proprio Capo del Governo.
I criminali sarano giudicati secondo le leggi della Repubblica ove il reato è stato commesso. Saranno puniti secondo le stesse leggi. Le decisioni giudiziare per procura sul suolo straniero includono una collaborazione stretta e totale tra i giudici e i procuratori delle due Repubbliche. Gli accusati giudicati colpevoli qualora decidessero di ricorrere in appello potranno farlo in una delle due Repubbliche.


Articolo 3

Le due Repubbliche s’impegnano a combattere tutte le organizzazioni criminali agendo sui due territori o aventi legami, scambiando infomazione e/o mezzi.

Articolo 4

1 - Ciascuna delle due parti s'impegna a comunicare la scheda alla controparte di criminali e organizzazioni che avessero oltrapassato il confine, allo scopo di controllare e fermare potenziali criminali.

ACCORDO ECONOMICO

Essendo la posizione geografica particolarmente favorevole ad accordi economici, ciò avrà una notevole influenza sui reciproci rappporti tra le Repubbliche che si impegnano a rispettarli rigorosamente e vicendevolmente.

Articolo 1

Le Repubbliche di Firenze e Genova s'impegnano a punire la destabilizzazione economica tra l'una o l'altra, una volta riconosciuto un proprio cittadino come autore della azione.

Articolo 2

Quando é possibile, se la situazione politico-economica lo consente,possono essere previsti scambi di merci o consegne contro denari tra le due Repubbliche. Ogni qualvolta sarà possibile si farà in modo che il trasporto delle merci avvenga tramite ambasciatori, sotto la protezione delle armate delle due Repubbliche o da armate private, riconosciute dalle stesse per tramite trattati, a seconda del valore delle merci. Il prezzo pattuito per il trasporto sarà equamente diviso tra le due Repubbliche.

ROTTURA DEL TRATTATO

Articolo 1

I Governanti,i lori eredi e i successori s'impegnano a rispettare gli articoli di questo trattato. Qualsiasi inadempimento ad una clausola da una delle due parti libera l'altra dai suoi obblighi, fino alla realizzazione di una compensazione.

Articolo 2

L'annullamento unilaterale del trattato in situazione di guerra
sarà considerato come un fatto di tradimento e consentirà una adeguata reazione.


Articolo 3

Le Repubbliche possono reciprocamente decidere la riscrittura del trattato completa o parziale, o il suo annullamento.


Firmato a Genova il 20 novembre 1456

Per la Repubblica di Firenze

Lordtew, Visconte di Vicopisano, Signore di Firenze
Beatrice Giulia Borromeo "Baggy206", Contessa di San Giovanni, Gran Ciambellano di Firenze
Maria Vittoria Colonna "L@dyhawk" Ambasciatrice fiorentina a Genova





Per la Repubblica di Genova

Ruggero "Margab" d'Altavilla, Marchese di Famagosta e Visconte di Bogliasco, Doge di Genova
Abelardo "Babj" d'Altavilla, Barone di Corniglia, Gran Ciambellano di Genova
Giuseppe "Vezzx" Aleramico Imperiali di Sant’Angelo dei Lombardi, Ambasciatore genovese a Firenze

[/quote]
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
 
Trattato d'intesa e di amicizia tra la Repubblica di Firenze e la Repubblica di Genova
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» TRATTATO DI AMICIZIA TRA LA REPUBBLICA DI FIRENZE E IL SOVRANO ORDINE MILITARE E NAVALE SEMPER FIDELIS [SOSPESO]
» Trattato di relazioni diplomatiche tra il Regno d'Inghilterra la repubblica di Firenze
» TRATTATO RIGUARDANTE LO STATUTO DEGLI AMBASCIATORI FRA LA REPUBBLICA DI FIRENZE ED IL REGNO DELLE DUE SICILIE
» Trattato di Buon Vicinato tra il Regno delle Due Sicilie e la Repubblica di Firenze
» Trattato di Cooperazione Giudiziaria tra la Serenissima Repubblica di Venezia e la Repubblica di Firenze

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Il Palazzo Vecchio di Firenze :: Bacheca della Repubblica Fiorentina :: Sala dei trattati :: Trattati abrogati-
Andare verso: