Il Palazzo Vecchio di Firenze

Forum Dedicato alla Repubblica Fiorentina dei Regni Rinascimentali.
 
IndiceIndice  PortalePortale  CalendarioCalendario  FAQFAQ  CercaCerca  RegistratiRegistrati  Accedi  

Condividere | 
 

 TRATTATO RIGUARDANTE LO STATUTO DEGLI AMBASCIATORI DI FIRENZE E MODENA

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Chikka



Numero di messaggi : 102
Residenza in RR : Firenze
Data d'iscrizione : 02.11.09

MessaggioTitolo: TRATTATO RIGUARDANTE LO STATUTO DEGLI AMBASCIATORI DI FIRENZE E MODENA    06.11.10 22:53

TRATTATO RIGUARDANTE LO STATUTO DEGLI AMBASCIATORI DI FIRENZE E MODENA

Articolo primo
1.1
L'ambasciatore di Firenze dispone dell'immunità diplomatica su tutto il territorio definito appartenente al Ducato di Modena, ivi compreso il forum (nei topic gdr).
L'ambasciatore di Modena dispone dell'immunità diplomatica su tutto il territorio definito appartenente alla Repubblica di Firenze, ivi compreso il forum (nei topic gdr).

1.2
In caso di accertamento di un grave errore dell'ambasciatore di Firenze a Modena, il Principe della Repubblica di Firenze può decidere di togliere la suddetta immunità, in modo che il colpevole possa essere incriminato e condannato.
In caso di accertamento di un grave errore dell'ambasciatore di Modena a Firenze, il Principe del Ducato di Modena può decidere di togliere la suddetta immunità, in modo che il colpevole possa essere incriminato e condannato.

Articolo secondo
2.1
In caso di necessità imminente, il Principe della Repubblica di Firenze può esigere la partenza dall'ambasciatore di Modena. L'ambasciatore dispone quindi di una settimana di tempo per lasciare il territorio di Firenze.
In caso di necessità imminente, il Principe del Ducato di Modena può esigere la partenza dall'ambasciatore di Firenze. L'ambasciatore dispone quindi di una settimana di tempo per lasciare il territorio di Modena.

2.2
Nel caso in cui sia stato commesso dall'ambasciatore di Firenze un crimine particolarmente grave che lede alla sovrana autorità del Consiglio, o alla coesione del Ducato di Modena, il Principe del Ducato di Modena si riserva il diritto di processare suddetto ambasciatore per Alto Tradimento.
Nel caso in cui sia stato commesso dall'ambasciatore di Modena un crimine particolarmente grave che lede alla sovrana autorità del Consiglio, o alla coesione della Repubblica di Firenze, il Principe della Repubblica di Firenze si riserva il diritto di processare suddetto ambasciatore per Alto Tradimento.

Articolo terzo
La Repubblica di Firenze autorizza la libera circolazione su tutto il suo territorio da parte dell'ambasciatore di Modena.
Il Ducato di Modena autorizza la libera circolazione su tutto il suo territorio da parte dell'ambasciatore di Firenze.

Articolo quarto
4.1
La Repubblica di Firenze si impegna a proteggere e ad aiutare l'ambasciatore di Modena su tutto il suo territorio e in ogni situazione secondo le proprie possibilità, anche se quest'ultimo non ne formula esplicita domanda.
Il Ducato di Modena si impegna a proteggere e ad aiutare l'ambasciatore di Firenze su tutto il suo territorio e in ogni situazione secondo le proprie possibilità, anche se quest'ultimo non ne formula esplicita domanda.

4.2
L'ambasciatore di Firenze può richiedere al Principe del Ducato di Modena di usufruire dei servigi di una scorta armata, oppure può chiedere l'autorizzazione per viaggiare con una scorta armata non composta da soldati del Ducato Ospite. Il Principe può rifiutare tali possibilità, motivando la sua risposta.
L'ambasciatore di Modena può richiedere al Principe della Repubblica di Firenze di usufruire dei servigi di una scorta armata, oppure può chiedere l'autorizzazione per viaggiare con una scorta armata non composta da soldati del Ducato Ospite. Il Principe può rifiutare tali possibilità, motivando la sua risposta.

4.3
Se l'ambasciatore di Firenze viene aggredito durante un viaggio nel territorio del Ducato di Modena da alcuni banditi, il precedente rifiuto da parte del Principe del Ducato di Modena di accordargli una scorta armata non costituisce una aggravante, e neanche una causa di esclusione della responsabilità per tale avvenimento.
Se l'ambasciatore di Modena viene aggredito durante un viaggio nel territorio della Repubblica di Firenze da alcuni banditi, il precedente rifiuto da parte del Principe della Repubblica di Firenze di accordargli una scorta armata non costituisce una aggravante, e neanche una causa di esclusione della responsabilità per tale avvenimento.

Articolo quinto
Se una delle parti firmatarie desiderasse annullare il presente trattato, deve necessariamente farne dichiarazione scritta all'altra parte firmataria. Il trattato sarà allora considerato caduco una settimana dopo la ricezione della suddetta comunicazione.

Firmato a Firenze il 09/07/1456

Per la Repubblica di Firenze:
Kro, Signore di Firenze
Jean de Roland, ambasciatore della Repubblica di Firenze



Per il Ducato di Modena
Giovanni Marcolando Borromeo, Duca Di Modena
HomeRunner, Gran Ciambellano del Ducato di Modena


[/quote]
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
 
TRATTATO RIGUARDANTE LO STATUTO DEGLI AMBASCIATORI DI FIRENZE E MODENA
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» TRATTATO RIGUARDO LO STATUTO DEGLI AMBASCIATORI TRA FIRENZE E OLANDA
» TRATTATO RIGUARDANTE LO STATUTO DEGLI AMBASCIATORI FRA LA REPUBBLICA DI FIRENZE ED IL REGNO DELLE DUE SICILIE
» TRATTATO RIGUARDANTE LO STATUTO DEGLI AMBASCIATORI DELLA REPUBBLICA FIORENTINA E DELLA CONTEA DI PROVENZA
» TRATTATO RIGUARDANTE LO STATUTO DEGLI AMBASCIATORI DEL DUCATO DI MILANO E DELLA REPUBBLICA FIORENTINA
» STATUTO DEGLI AMBASCIATORI della Repubblica Fiorentina presso la Serenissima Repubblica di Venezia e della Serenissima Repubblica di Venezia presso la Repubblica fiorentina.

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Il Palazzo Vecchio di Firenze :: Bacheca della Repubblica Fiorentina :: Sala dei trattati :: Trattati abrogati-
Andare verso: