Il Palazzo Vecchio di Firenze

Forum Dedicato alla Repubblica Fiorentina dei Regni Rinascimentali.
 
IndiceIndice  PortalePortale  CalendarioCalendario  FAQFAQ  CercaCerca  RegistratiRegistrati  Accedi  

Condividere | 
 

 Una proposta riservata

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Liriel

avatar

Numero di messaggi : 16
Residenza in RR : Pistoia
Data d'iscrizione : 23.05.10

MessaggioTitolo: Una proposta riservata   17.11.10 0:47

L'usciere mi fece entrare in una saletta, piccola e confortevole. Un caminetto spandeva una luce rosata d'intorno e qualche candelabro rischiarava l'ambiente. Arredi solidi e piacevoli, ma certo non sontuosi, una sala d'uso, più che di rappresentanza. Ma andava bene così, ero già abbastanza intimidita.

Per quella visita avevo ritirato fuori i miei abiti migliori, non ricordavo nemmeno più l'ultima volta che li avevo indossati, da tempo la mia vita non necessitava di certi orpelli. Tranne che in questa occasione, ovviamente.
Mi faceva una strana impressione essere nuovamente su suolo fiorentino, e per incontrare il Signore di Firenze, poi!

Mi lisciavo nervosamente le pieghe della sottana, camminando avanti indietro, non osando sedermi. Tanto per rompere il silenzio della sala, dissi a mezzavoce:

Speriamo che questa stanza sia davvero a prova di orecchie, ce li hanno anche i muri, di questi tempi, e non è certo un bene... chissà se verrà solo, o se qualcuno sarà con lui, non so cosa augurarmi.

Cominciavo anche ad essere nervosa, per cui sperai che la mia attesa non durasse a lungo.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: Una proposta riservata   17.11.10 10:21

Salvestro fu avvertito che Liriel era giunta a Palazzo ed era stata accompagnata nella sala appositamente preparata.
Terminato cio' che stava facendo, si diresse la.

Stava per entrare, quando senti parlare all'interno della stanza: era Liriel, che si chiedeva se la stanza fosse sicura.

Salvestro, entro nella sala, si inchino' alla dama, e come prima cosa disse: "Madama, non temete, la sala e' sicura. Solo persone fidatissime possono venire a conoscenza di quanto detto tra queste 4 mura"
Poi con un sorriso, aggiunse "E ben tornata a Firenze!"

Le fece cenno di sedersi, e si sedette a sua volta, poi disse "Bene, ora che siamo qui, anche senza attendere l'arrivo del GranCiambellano, al quale spiegheremo tutto dopo, sono proprio curioso di sapere cosa vi ha portato da me", e resto' curioso in attesa di risposta.
Tornare in alto Andare in basso
Liriel

avatar

Numero di messaggi : 16
Residenza in RR : Pistoia
Data d'iscrizione : 23.05.10

MessaggioTitolo: Re: Una proposta riservata   17.11.10 11:33

All'ingresso del Signore di Firenze nella stanza, mi lambiccai un istante per ricordarmi le buone maniere.

E io che pensavo di aver chiuso per sempre con certe cose...

Abbozzai dunque la migliore riverenza che riuscii a produrre, miracolosamente senza inciampare né cadere, presi fiato e incominciai:

Mio Signore, perdonate se vi sono parsa sospettosa, stavo parlando da sola, non pensavo poteste udirmi... sapete, quando si vive una vita al limite del lecito, si tende a vedere minacce dovunque. Vi ringrazio altresì del caloroso benvenuto.

Sì, dai, riesco ancora a sembrare abbastanza educata, se voglio.

Vedete, sono venuta fin qui a discutere, come vi accennavo per missiva, dell'opportunità di costruzione di una nave un po', "particolare", diciamo, per la Brigata Fantasma, che qui...be', rappresento immagino sia un po' eccessivo, non siamo certo un ordine cavalleresco o siffatta associazione. Non siamo certo degli stinchi di santo, questo nessuno vuol negarlo, ma siamo certamente intenzionati a valutare se questa proposta possa avere dei reciproci vantaggi. Per farla breve...

Mi interruppi, colta da un dubbio, e domandai:

Posso domandarvi, mio Signore, cosa sapete della Brigata? Non voglio che ci siano fraintendimenti. E se sapete già con chi avete a che fare, risparmieremo tempo e chiacchiere inutili. Altrimenti, provvederò a spiegare.

Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: Una proposta riservata   17.11.10 12:53

Salvestro ascoltava attentamente Liriel, era molto interessato al suo discorso.
Forse lei era al corrente del Trattato fiorentino con SemperFidelis, del passato Trattato con Manonera, e forse sapeva anche di altre collaborazioni: insomma, sapeva che Firenze era aperta a tutto e tutti.

Salvestro, dal canto suo, qualcosa sapeva sulla Brigata Fantasma, sui suoi compontenti e sulle loro azioni in terre straniere, ma fece finta di nulla e disse "Liriel, vi sarei grato se mi raccontasse un po' quello che sapete, o quello che volete dirmi, sulla Brigata Fantasma. " poi aggiunse "Firenze e' da sempre disponibile con tutti quelli che a lei si dimostrano amici fidati e fedeli, quindi, mai dire mai."
Tornare in alto Andare in basso
Liriel

avatar

Numero di messaggi : 16
Residenza in RR : Pistoia
Data d'iscrizione : 23.05.10

MessaggioTitolo: Re: Una proposta riservata   17.11.10 13:24

Benissimo mio Signore. Quello che so? So tutto, o quasi, dato che ne faccio parte.

Mi concessi un lieve sorriso.

Quel che voglio dirvi? Non è mia intenzione nascondervi alcunché, Signore, dal momento che non è nei nostri interessi. Dunque, la Brigata Fantasma è quel che si potrebbe definire una compagnia di ventura. Comprende gente di tutte le estrazioni e di molti degli Stati Italici. In tal senso, perciò, non ha una precisa collocazione sociale o territoriale.
Qualche tempo fa assaltammo il castello di un Paesino della Francia centro-meridionale, il Rouergue, sede di un governo corrotto. Vi assicuro che l'assalto fu condotto praticamente a solo scopo dimostrativo, dal momento che nelle casse non c'era quasi nulla, se non un forte debito, il che, come ovviamente sapete, è proibito da un editto imperiale.
Ma in ciò l'Imperatore stesso è iniquo, e il re di Francia concede agli Stati francesi, soprusi che da noi costano la testa a sindaci, sovrani e consiglieri. E questo è tutto.
Se non avete domande o curiosità su ciò che vi ho detto, mio Signore, passerei a illustrarvi nel dettaglio la nostra richiesta.


Mi lisciai le pieghe della gonna, riprendendo fiato. Dovevo comunque, essendomi interrotta, attendere nuovamente licenza di parlare. Maledette regole di etichetta!

Un'altra volta non lo faccio, detesto le missioni diplomatiche, devo proprio dirlo a Tergesteo...

Ma non lasciai che i miei pensieri trasparissero dal mio volto.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: Una proposta riservata   17.11.10 14:55

Salvestro annuiva alle parole di Liriel, erano la conferma di quanto gia' sapeva.
A sentire le differenze di trattamento tra Signori francesi ed italiani da parte dell'Imperatore e del Re di Francia, riusci' a stento a trattenere i suoi borbottii..

Quando vide che Liriel si interruppe, le fece cenno di proseguire con il mostrare le richieste della Brigata Fantasma.
Tornare in alto Andare in basso
Liriel

avatar

Numero di messaggi : 16
Residenza in RR : Pistoia
Data d'iscrizione : 23.05.10

MessaggioTitolo: Re: Una proposta riservata   17.11.10 16:13

Al cenno del Signore di Firenze, mi decisi alla fine a esprimere la nostra proposta.

Come avrete certamente già intuito, siamo alla ricerca di una terra amica che ci permetta la costruzione di una nave da guerra, in un prossimo futuro ed io, essendo tra i pochi fiorentini, mi sono offerta di effettuare la richiesta e fare da garante. Firenze è la mia terra, e vorrei far sì che lo rimanga.
Prima di rivolgerci a Stati stranieri compiacenti, ci piacerebbe vagliare questa possibilità, cosicché il nostro, chiamiamolo "investimento" vada a vantaggio di qualcuno di cui abbiamo stima e fiducia.
Ci rendiamo conto anche che questo comporterebbe alcuni vincoli di carattere militare da parte nostra, ma ci si può mettere d'accordo per quanto riguarda le condizioni.
Tutto sta a vedere se la cosa vi interessa ed è fattibile.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: Una proposta riservata   18.11.10 14:15

Salvestro attese che Liriel finisse di parlare, poi disse
"La cosa ci interessa, e non poco, ed e' completamente fattibile.
Ovviamente dobbiamo concordare dei vincoli, per dare assicurazioni e vantaggi quanto alla Brigata Fantasma, quanto a Firenze.

Siamo piu' che felici di dare aiuto ed appoggio a voi, come ad altri.

Avete gia' qualche idea in merito?
"
Tornare in alto Andare in basso
Liriel

avatar

Numero di messaggi : 16
Residenza in RR : Pistoia
Data d'iscrizione : 23.05.10

MessaggioTitolo: Re: Una proposta riservata   19.11.10 22:13

Mi fermai a riflettere un istante. Ecco perché odiavo così tanto la politica e la diplomazia, bisogna ponderare bene ciò che si dice, il che è assolutamente contrario al mio carattere.
Mi schiarii la voce e mi apprestai a rispondere:

Mio Signore, per prima cosa vi prego di credere nella nostra parola. Saremo anche persone per bene ma la nostra parola è una è una sola. Ed ecco cosa penso in merito. Innanzitutto, la Brigata Fantasma si impegna a riconoscere la sovranità e l'inviolabilità del vostro territorio. Nessun'azione contro la Repubblica e nessun tentativo di destabilizzarla. D'altro canto vorremmo che questo segno d'amicizia venisse ricambiato in egual modo con l'assoluzione di quanti tra noi avessero pendenze con la giustizia. Per quanto riguarda l'aspetto militare ci impegneremmo, per quanto in nostro potere e nelle possibilità del momento, ad appoggiare Firenze in caso di attacchi esterni.
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Ospite
Ospite



MessaggioTitolo: Re: Una proposta riservata   25.11.10 21:30

Salvestro ascolto' le parole di Liriel, e poi disse "Quello che dite e' sicuramente interessante, quando parlate di appoggio militare a Firenze, e giusto quando dite di impegnarvi a riconoscere la sovranità e l'inviolabilità della Repubblica di Firenze." fece una pausa "Ma quando parlate di assoluzioni, tocca approfondire meglio il discorso: nessuno puo' essere immune alla legge, e se viene compiuto un reato Firenze, anche nel caso in cui questo reato venisse compiuto in un territorio legato diplomaticamente con Firenze, deve agire seconda le leggi, o secondo i trattati in essere.
Quindi, a mio parere, oltre a riconoscere la sovranita' fiorentina, dovrete purtroppo considerare i trattati da noi firmati. O per meglio dire, giurando voi di essere sempre fedeli alla Repubblica di Firenze e di non arrecarle mai danno diretto od indiretto, la Repubblica di Firenze al contempo offrirebbe asilo ed aiuto alla Brigata Fantasma, nel limite della legalità e dei trattati da essa firmati.

Questo, direi, e' un buon compromesso. Poi, a margine di cio', possiamo discutere piu' approfonditamente cosa effettivamente concordare, compresa la vendita della nave da guerra
"

Tornare in alto Andare in basso
Liriel

avatar

Numero di messaggi : 16
Residenza in RR : Pistoia
Data d'iscrizione : 23.05.10

MessaggioTitolo: Re: Una proposta riservata   28.11.10 18:47

Non potei trattenermi dal fare una risata. Chissà che aveva inteso il Signore di Firenze! Ma già, era evidente che lui non poteva sapere a che mi stessi riferendo... forse era opportuno chiarire.

Vostra Altezza, perdonatemi per aver riso, mi immagino che voi pensiate a chissà che cosa, quando la richiesta di assoluzione riguarda semplicemente un disguido riguardo le tasse portuali. Vedete, alla nostra partenza per la Francia noleggiammo una nave che fece tappa a Piombino, a prelevare alcuni dei nostri. Il Capitano della nave non fu persona corretta e non corrispose le tasse dovute. Uno dei nostri, che gestiva quel nucleo della spedizione, contattò il capoporto per vedere di sanare il disguido, ma non avendo le chiavi della stiva, non fu in grado di corrispondere quanto dovuto. Non abbiamo più nulla a che fare con quel bieco individuo, ma vorremmo evitare che per questo spiacevole incidente i rapporti tra noi e Firenze ne uscissero incrinati.
Come vedete si tratta di ben poca cosa. Per il resto la Brigata nel suo complesso si impegna a non compiere reati nel suolo fiorentino e non interverremmo qualora uno dei nostri fosse punito secondo la legge fiorentina per mancanze commesse individualmente, come furti o similari.
Per quanto riguarda il giurare, vi dissi già inizialmente che la Brigata ha una sola parola e io indegnamente me ne farò garante. Noi vi offriamo la nostra stima e amicizia, avete già sufficienti truppe che vi giurino fedeltà, non credete? D'altronde anche l'immagine di Firenze stessa potrebbe risultarne offuscata qualora vi legaste troppo strettamente e gente della nostra risma, e non possiamo chiedere a nostri membri modenesi o milanesi di giurare fedeltà ad altri. Noi diamo molto valore alla nostra amicizia. Credete che tali condizioni possano essere accettabili?
Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
Contenuto sponsorizzato




MessaggioTitolo: Re: Una proposta riservata   

Tornare in alto Andare in basso
 
Una proposta riservata
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» proposta per comulativi
» Proposta indecente per sabato
» Novità sulla Proposta di Legge settore estetica
» Conflitto di Interesse, proposta Mucchetti, levata di scudi
» Il mercato dell'arte in Italia, presente e futuro tra gallerie e televisione; vediamo qualche proposta, se esiste.

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Il Palazzo Vecchio di Firenze :: Salone di benvenuto :: Il giardino di Palazzo Vecchio-
Andare verso: