Il Palazzo Vecchio di Firenze

Forum Dedicato alla Repubblica Fiorentina dei Regni Rinascimentali.
 
IndiceIndice  PortalePortale  CalendarioCalendario  FAQFAQ  CercaCerca  RegistratiRegistrati  Accedi  

Condividere | 
 

 N.11/LEG XXI/1458 -Approvato Nuovo regolamento sulla Marina Mercantile

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Elissea

avatar

Numero di messaggi : 83
Residenza in RR : Livorno
Data d'iscrizione : 19.01.10

MessaggioTitolo: N.11/LEG XXI/1458 -Approvato Nuovo regolamento sulla Marina Mercantile   30.11.10 17:32

Comunicazione n.11 / XXI Leg. /1458

Citazione :
Palazzo vecchio
28 novembre 1458


Si comunica che a seguito di regolare votazione del Consiglio della Repubblica, con dodici voti favorevoli, entra in vigore il nuovo Regolamento per la Marina Mercantile.



Citazione :
Regolamento della Marina Mercantile

Premessa

La Marina Mercantile è l'istituzione repubblicana responsabile del commercio e del trasporto via mare.

Ha sede nella Sala di Palazzo Vecchio denominata "Camera dei Capitani Fiorentini" ed è supervisionata dalla Commissione Economica del Ministero della Marina e dal Ministro delle Miniere e delle Grandi Opere che si occuperà dei rapporti con le varie compagnie marittime.

La Marina Mercantile si avvale, nelle sue funzioni di imbarcazioni repubblicane, siano esse commerciali che militari, e di imbarcazioni private, siano esse di un singolo o di una compagnia commerciale regolarmente registrata.

TITOLO I - Delle imbarcazioni repubblicane

1.1 La Commissione Economica della Marina individuata una missione commerciale e/o di trasporto, può individuare nella Repubblica Fiorentina un Capitano per condurre la nave repubblicana.
Questo avrà il compito di determinare l'equipaggio, ed in particolare un vice-capitano, che dovrà comunicare prima della partenza.
Ogni membro dell'equipaggio, compreso il Capitano dovrà giurare fedeltà al Principe e alla Repubblica.

1.2 La nomina del Capitano avverrà tramite bando pubblico in Taverna della Repubblica. Verrà individuato dalla Commissione Economica e dal Ministro delle Miniere e delle Grandi Opere chi risponderà ai seguenti requisiti:

- Conoscenza delle materie marittime, in particolare Competenze Marittime di Base e Astronomia;
- Disponibilità immediata di partenza e possibilità di compiere più movimenti possibili nell'arco della giornata;
- Conoscenze della lingua dei paesi in cui dovrà commerciare.

Ai candidati nella sede della "Marina Commerciale Fiorentina" verranno fornite tutti gli estremi della missione, compreso il compenso previsto per la stessa, che sarà individuato dalla Commissione Economica tenendo presente il valore del carico, la pericolosità delle missione e il numero di giorni di navigazione previsti.

1.3 Il Capitano e il Vice capitano dovranno redigere un diario di bordo dettagliato, da consegna all'Ammiraglio. Ogni abuso di potere, con l'aggravante del fine di arricchire se stesso o terzi, o il ritardo nel compimento della missione oltre i 2 giorni previsti da contratto, per cause imputabili al Capitano, verranno puniti con l'accusa di Alto Tradimento verso lo stesso e tutto l'equipaggio.

1.4 La Commissione Economica può prevedere l'utilizzo di imbarcazioni sotto il controllo della Marina Militare Fiorentina, queste saranno regolate dal rispettivo regolamento.

1.5 Le imbarcazioni costruite a spese della Repubblica, ed assegnate alla Marina Mercantile, sono considerate beni pubblici. Appropriazione e danneggiamento saranno puniti con l'imputazione di abuso in funzione pubblica.

TITOLO II - Delle imbarcazioni private

2.1 Ogni privato in possesso di un'imbarcazione commerciale, ogni compagnia mercantile che vorrà agire per conto della Marina Commerciale e del Trasporto della Repubblica Fiorentina, dovrà essere iscritto all' "Albo delle Compagnie Marittime", che sarà affiso nella "Camera dei Capitani Fiorentini".

2.2 Il privato che vorrà iscriversi all' "Albo delle Compagnie Marittime" dovrà essere un cittadino fiorentino, giurare fedeltà al Principe e alla Repubblica Fiorentina, fornire il nome del proprio equipaggio e della propria imbarcazione e non aver subito condanne negli ultimi 3 mesi, salvo deroghe concesse dal Signore della Repubblica Fiorentina.

2.3 La Compagnia Commerciale che vorrà iscriversi all' "Albo delle Compagnie Marittime" dovrà avere un solo amministartore che deve essere cittadino fiorentino, avere tra 5 e 20 membri e non avere tra i suoi membri cittadini condannati negli ultimi 3 mesi, dovrà quindi fornire il nome e la tipologia delle imbarcazioni in loro possesso. L' amministratore a nome della Compagnia Commerciale che rappresenta, giurerà fedeltà al Principe e alla Repubblica.

2.4 L'iscrizione all' Albo delle Compagnie Marittime ha la validità di 60 giorni, e potrà essere rinnovata.

2.5 La Commissione Economica indirà un bando per assegnare una particolare missione commerciale e/o di trasporto, fornendo tutti i dettagli della stessa e indicando un tetto massimo del salario previsto.

Per l'individuazione del privato e/o della Compagnia Commerciale che si aggiudicherà la missione, si terrà presente dei seguenti requisiti:

- Conoscenza delle materie marittime, in particolare Competenze Marittime di Base e Astronomia;
- Disponibilità immediata di partenza e possibilità di compiere più movimenti possibili nell'arco della giornata;
- Durata massima della missione;
- Conoscenze della lingua dei paesi in cui dovrà commerciare.

A parità dei requisiti sopra descritti, vincerà il bando il privato e/o la Compagnia Commerciale che richiederà il minore salario per il compimento della missione.

Il bando si concluderà con la stipula di un contratto tra la Repubblica e il vincitore del bando.

2.6 Il Capitano e il Vice capitano dell'imbarcazione che svolgeranno la missione dovranno redigere un diario di bordo dettagliato, da consegna all' Ammiraglio. Ogni abuso di potere, con l'aggravante del fine di arricchire se stesso o terzi, o il ritardo nel compimento della missione oltre i 2 giorni previsti da contratto, per cause imputabili al Capitano, verranno puniti con l'accusa di Alto Tradimento verso lo stesso e tutto l'equipaggio.

2.7 Le Compagnie Mercantili di natura comunque pubblica, come quelle municipali, sono sottoposte all'autorità della Commissione Economica della Marina, ed hanno il dovere di coordinarsi con la politica commerciale decisa da essa e dal Consiglio.



Per il consiglio,


Bianca Elissea Della Gherardesca Merisi
Portavoce della Repubblica di Firenze




Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
 
N.11/LEG XXI/1458 -Approvato Nuovo regolamento sulla Marina Mercantile
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Il Palazzo Vecchio di Firenze :: Comunicazioni e Decreti della XVI Legislatura-
Andare verso: