Il Palazzo Vecchio di Firenze

Forum Dedicato alla Repubblica Fiorentina dei Regni Rinascimentali.
 
IndiceIndice  PortalePortale  CalendarioCalendario  FAQFAQ  CercaCerca  RegistratiRegistrati  Accedi  

Condividere | 
 

 Legge - Modifica articolo 7 Libro penale

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Elissea

avatar

Numero di messaggi : 83
Residenza in RR : Livorno
Data d'iscrizione : 19.01.10

MessaggioTitolo: Legge - Modifica articolo 7 Libro penale   10.12.10 23:05

Il decimo giorno del dodicesimo mese dell'anno 1458 il consiglio della Repubblica, durante la legislatura XXI annuncia la modifica del'articolo 7 del Libro Penale, Negligenza in funzione pubblica.




Citazione :
Palazzo Vecchio,
10 dicembre 1458




Il Consiglio della Repubblica di Firenze annuncia che,

A seguito di votazione in cui si è espresso con 11 voti favorevoli, si modifica la legge del Libro penale, articolo 7: Negligenza in funzione pubblica, le modifiche sono di seguito riportate.




da

Citazione :
Articolo 7: Negligenza in funzione pubblica
Ogni funzionario pubblico (Consiglieri, Sindaci, Tribuni, Capi del Porto, Viceprefetti, Ambasciatori e massime autorità delle istituzioni fiorentine, come il Governatore della Banca Repubblicana o il Rettore dell'Università Fiorentina) serve esclusivamente gli interessi della Repubblica, svolgendo diligentemente e in regime di assoluta correttezza le incombenze del proprio ruolo e le direttive concordate o impartite di volta in volta dai superiori.
A salvaguardia dell’interesse pubblico è tutelato da questo articolo il diritto dei cittadini alla buona amministrazione, sotto un duplice aspetto: qualora l’inesattezza o la negligenza nello svolgere le proprie funzioni pubbliche causi un danno (anche indiretto) alla Comunità, si può procedere su richiesta del danneggiato contro il funzionario pubblico attraverso processo civile; rimane ferma in ogni caso la responsabilità dell’inesattezza o negligenza del funzionario pubblico nei confronti del Consiglio, di competenza esclusiva del Principe (o del regolamento interno eventualmente in vigore) e quindi sottratta al processo pubblico.

Modalità: PROCESSO PUBBLICO GDR
Sanzione: Ristoro del nocumento procurato e Multa (misura massima: 200 ducati), rimozione o sospensione dalla carica ove tecnicamente possibile
Note: L’onere della prova del nocumento diretto o indiretto procurato dalla negligenza o inesattezza del funzionario pubblico è a carico del querelante, e il nocumento deve essere comprovato (e non generico), serio (e non trascurabile), e suscettibile di valutazione economica (e non di mero principio).


a

Citazione :
Articolo 7: Negligenza in funzione pubblica
Ogni funzionario pubblico (Consiglieri, Sindaci, Tribuni, Capi del Porto, Viceprefetti, Ambasciatori e massime autorità delle istituzioni fiorentine, come il Governatore della Banca Repubblicana o il Rettore dell'Università Fiorentina) serve esclusivamente gli interessi della Repubblica, svolgendo diligentemente e in regime di assoluta correttezza le incombenze del proprio ruolo e le direttive concordate o impartite di volta in volta dai superiori.
A salvaguardia dell’interesse pubblico è tutelato da questo articolo il diritto dei cittadini alla buona amministrazione, sotto un duplice aspetto: qualora l’inesattezza o la negligenza nello svolgere le proprie funzioni pubbliche causi un danno (anche indiretto) alla Comunità, si può procedere su richiesta del danneggiato contro il funzionario pubblico attraverso processo civile; rimane ferma in ogni caso la responsabilità dell’inesattezza o negligenza del funzionario pubblico nei confronti del Consiglio, di competenza esclusiva del Principe (o del regolamento interno eventualmente in vigore) e quindi sottratta al processo pubblico.

Capo d'accusa: DISTURBO ALL'ORDINE PUBBLICO
Sanzione: Ristoro del nocumento procurato e Multa (misura massima: 200 ducati), rimozione o sospensione dalla carica ove tecnicamente possibile. Una pena diversa da quelle previste dal tribunale dovrà essere condivisa e accettata dal colpevole.
Note: L’onere della prova del nocumento diretto o indiretto procurato dalla negligenza o inesattezza del funzionario pubblico è a carico del querelante, e il nocumento deve essere comprovato (e non generico), serio (e non trascurabile), e suscettibile di valutazione economica (e non di mero principio).


E' stata pubblicata la discussione e la votazione della modifica legislativa.


Per il consiglio,


Bianca Elissea Della Gheraresca Merisi
Portavoce delle Repubblica


Tornare in alto Andare in basso
Vedi il profilo dell'utente
 
Legge - Modifica articolo 7 Libro penale
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Legge- Modifica al Codice Penale, art 4 e 8
» Legge - Modifica Codice Penale
» Matrimonio riparatore
» Legge- modifica art. 16-bis.
» Legge - Modifica Codice Penale

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Il Palazzo Vecchio di Firenze :: Comunicazioni e Decreti della XVI Legislatura-
Andare verso: